Categories

Search

E una mattina…

February 26th, 2005 by Tony

E una mattina ti svegli, e scopri che il Forum su cui hai scritto tutti i giorni per gli ultimi quattro anni non esiste più… smily

Va beh, ne parlerò meglio quando mi sarò ripreso dallo shock. Nel frattempo, per gli orfani di Clarence, noi avremmo creato un posticino qui…

Bloggy’s Forum

Posted in Il Blog | 1 Comment »

Inglisc verscion!!!!

February 21st, 2005 by Tony

ECCOLA!!!!

Finalmente la nostra Jeansy ce l’ha fatta!!!!
Ecco la splendida, inimitabile versione inglese di Game Over, che le aprirà le porte del successo anche negli USA!!!! smily smily smily

GAME OVER (english)

Into your world (world)
I really wanna be (be)
Without to feel the loneliness inside
What I have done (done)
It’s always in my mind (mind)
And just stay there to make me sorrow

I can’t believe to know deny it
So very well from your eyes (from your eyes)
Maybe I’m crazy, yes I’m right
Just a smile and I feel fool
And finally I say…

Stop! No doesn’t matter baby
I really wanna say to you goodbye for the last time
(I feel good without you)
Come back
If you think to change
Or better stay there where you are
Is game over between us.

So many tears (tears)
I cried ’cause of you (you)
Dreamin’ of one day in your life
You were so true (true)
And I was so blind (blind)
Now I realize that I lost time

Oh no one friend, no one lover
I’m gonna stop myself in this time (stop in this time)
Impossible to find a reason
Sorry would be a lie for me
And finally I say…..

Stop! No doesn’t matter baby
I really wanna say to you goodbye for the last time
(I feel good without you)
Come back
If you think to change
Or better stay there where you are
Is game over between us.

Into your world
I really wanna be
Without to feel the loneliness inside
You were so true
And I was so blind
Now I realize that I lost time

Oh no one friend, no one lover
I’m gonna stop myself in this time
Impossible to find a reason
Sorry would be a lie for me
And finally I say…..

Stop! No doesn’t matter baby
I really wanna say to you goodbye for the last time
(I feel good without you)
Come back
If you think to change
Or better stay there where you are
Is game over between us!

smily smily smily

Posted in Musica | 8 Comments »

Italia for dummies

February 14th, 2005 by Tony

_fi.jpg logo_unione.gif

Italiani!!! Si avvicina l’ennesima consultazione elettorale.
E ancora una volta si presenta il solito dilemma: per chi votare?

Niente paura: stavolta ci ha pensato Gianluca Neri, a risolvere in cinque minuti l’intera questione politica italiana.
Ecco il suo Bignami elettorale, che in onore alla passione del nostro Gianluca per la televisione trash potremmo rinominare “Otto Semplici Regole”.

Rispondete a questo piccolo test; alla fine contate il numero di risposte A e quello di risposte B, ed è fatta.

1. Che cosa ne pensate degli omosessuali?
A. Buoni
B. Cattivi

2. Che cosa ne pensate della religione in politica?
A. Cattiva
B. Buona

3. Che cosa ne pensate dell’aborto?
A. Cattivo, ma necessario
B. Cattivo e basta

4. Che cosa ne pensate dell’accoglienza agli immigrati?
A. Buona
B. Cattiva

5. Che cosa ne pensate dell’uso del preservativo?
A. Buono
B. Cattivo

6. Che cosa ne pensate della guerra?
A. Cattiva
B. Cattiva, ma necessaria

7. Che cosa ne pensate dei musulmani?
A. Dipende
B. Cattivi

8. Che cosa ne pensate della pena di morte?
A. Cattiva
B. Buona

Risultati:
Se avete totalizzato più di 4 risposte A, siete di sinistra.
Se avete totalizzato più di 4 risposte B, siete di destra.
Se avete totalizzato un numero uguale di risposte A e B, comprate l’ultimo numero di Cosmopolitan; magari trovate un altro test.

Poi dice la gente vota Berlusconi… smily

Posted in World Zap | 13 Comments »

Due, di cuori

February 11th, 2005 by Tony

Scopricuore2.jpg Scopricuore.jpg

Ascoltando la radio stamattina (a proposito… chi pensa che le pubblicità in televisione siano il festival dell’imbecillità, provi ad ascoltare quelle in radio), sono venuto a conoscenza della nuova frontiera della moda italiana.

Dopo lo sdoganamento della canata di culo, adesso la Stefanel ci propone la sua nuova creazione, studiata apposta per San Valentino: la maglietta “Scopricuore”.

Con tanto di slogan boccacceschi… “Cosa ti colpisce di più di una ragazza? IL CUORE!!! …e come fai a vederlo?”, e giù con un paio di tette enormi in primissimo piano. “Scopricuore… la t-shirt speciale con la scollatura che ti scappa l’occhio!!!”

Mi sfugge solo un dettaglio… chi è che si mette una maglietta del genere in Febbraio? smily

Posted in World Zap | 6 Comments »

Happy Birthday

February 9th, 2005 by Tony

Proprio un anno fa ero in una stanza di ospedale.

E tenevo in braccio quella creatura minuscola, che dormiva pacifico. Che mi sembrava così fragile, così indifeso… e giuravo a me stesso che lo avrei sempre protetto, sempre tenuto al sicuro.

Oggi quel piccolo cucciolo di uomo è diventato uno gnomo pazzo, che cammina per la casa e prende oggetti, li sposta, li nasconde. Lo vedi girare per i fatti suoi, tutto concentrato mentre prende dalla cucina un cartone vuoto di succo d’arancia, lo porta in salotto, cerca di infilarlo nel passagatto di Witch… poi lo riprende, attraversa la stanza, lo posa sul mobile dell’ingresso…

E guai a chi lo disturba… a volte sembra dire: “ragazzini, lasciatemi lavorare”.

La sera quando torno a casa, mi corre incontro alla porta e si ferma ai miei piedi. E comincia ad urlare come un pazzo se non lo prendo subito in braccio, guai se perdo tempo a togliermi il giubbotto… poi mi segue in camera da letto e mi chiude dentro; gli piace da morire chiudere le porte, e ogni volta mi prende un infarto quando avvicina troppo le dita allo stipite. Mi guarda mentre mi cambio, e se lascio la felpa sul letto lui la raccoglie e mi indica l’attaccapanni con il ditino: “Papà, che cosa fai? Lo sai che poi la mamma si arrabbia”.

Ha imparato a schiacciare i bottoni con il dito… mi cambia i canali e mi alza il volume mentre guardo la TV, accende lo stereo e si sceglie da solo le canzoni sul CD. Poi mi guarda, e ride come un pazzo.

Ad una certa ora si ferma, esausto… con la mamma lo portiamo in camera e gli mettiamo il pigiamino. La mamma lo culla per due minuti e lui si addormenta. Prima di andare a dormire, passiamo in camera sua; lo troviamo sempre scoperto, girato al contrario, che dorme profondamente.

Ci fermiamo a guardarlo, sorridendo. E per pochi secondi vedo di nuovo quel piccolo cucciolo di uomo, con gli occhietti chiusi nella culla dell’ospedale.

Auguri, bambino mio. smily

Posted in Io e la Gatta | 1 Comment »

Comunicazione di servizio…

February 8th, 2005 by Tony

Bene, il Dottor D. è tornato.

Speriamo solo che stavolta qualcuno gli faccia un Template decente. smily

Posted in Il Blog | 2 Comments »

Cry Wolf

February 7th, 2005 by Tony

Cito da Rolli, sul rapimento di Giuliana Sgrena:

“Ho la sensazione che manchi qualcosa, però, rispetto agli altri rapimenti: la partecipazione emotiva. E’ una sensazione a pelle, che si recepisce nella gente, quando ascolti e annusi gli umori e percepisci una certa distrazione, un distacco sottile, qualcosa che stona.
Mi auguro di sbagliarmi, ma è una sensazione netta: le due Simone hanno lasciato il segno, pessimo, e non è certo un bella dote.
La gente si era preoccupata, emozionata, spaventata quando toccò a loro
Non importava cosa facessero in Iraq (…) non interessava a nessuno, si mise tutto da parte e si pensò semplicemente a ciò che in quel momento erano: due donne in mano a dei sequestratori, per le quali tutti stavamo in ansia e tutti avremmo speso qualcosa di nostro per salvarle. Punto.
Poi lo show che seguì la liberazione fece sentire molti un po’ sciocchi e anche irritati: nessuno si aspettava l’abiura del loro credo politico, più semplicemente ci si attendeva un “grazie” forte e chiaro, una presa di distanza da coloro che utilizzavano i sequestri, spesso seguiti da torture e omicidi, come forma di lotta, una parola per ricordare i sequestrati uccisi e quelli ancora nelle mani dei terroristi.
Giunse un “grazie” risicato, solo dopo quello forte e chiaro alla “resistenza irachena” e a chiunque non c’entrasse un accidente con la loro liberazione; seguì una passerella salmodiante contro gli americani e chiunque fosse in Iraq, certo come okkupante, e infine si ricordarono tardivamente che nel frattempo c’erano altre persone nelle mani dei rapitori, e altre ancora che per mano loro avevano già lasciato il mondo terreno.
E la gente ingoiò il rospo, pentendosi magari di aver seguito un Tg in più anzichè Il Grande fratello.
Il rapimento di Giuliana Sgrena si porta appresso questa eredità (…) Chissà se le due Simone le avvertono queste sensazioni. e se a volte pensano a quanti silenzi abbiano mancato, e alle troppe parole dette a vanvera.”

“Personalmente spero che sia capitata in mani non sanguinarie, e che venga liberata al più presto, con riscatto o senza non ha importanza: basta che possa tornare a casa.
Se a questo seguiranno giaculatorie pro-resistenza poco importa, sono già nel conto e chi se ne infischia; l’importante è che torni viva.”

“Tanto l’eredità delle due Simone è antipatica, quanto nauseante è il dibattito che viene fuori in una certa sinistra in questi giorni.
Si disserta della capacità di discernimento della “resistenza irachena” circa “il nemico”, della speranza che si renda conta conto che Giuliana Sgrena non è l’ostaggio “giusto”.
Non lo è difatti, ma non perchè donna di sinistra contraria alla guerra in Iraq, non lo è perchè non lo erano Quattrocchi, Anwar Wali, Margaret Hassan, Bigley, i poveri nepalesi trucidati o Baldoni.
Non c’è un ostaggio “giusto”, ed è aberrante si tenti una distinzione, che porta con sè uno e butta dall’altra parte, quella “sbagliata”, tutti gli altri.”

“Quando si arriva a distinguere le vittime catalogandole mentalmente con il loro destino, si è perso ogni senso morale, e quel minimo di civiltà che dovrebbe distinguerci dagli assassini.”

Chapeau.

Posted in World Zap | 6 Comments »

Played off

February 2nd, 2005 by Tony

Premessa: io non sono un grande appassionato di sport. Per intenderci, non sono il tipico marito che la Domenica pomeriggio si piazza davanti alla televisione a seguire le partite e poi va avanti fino a tarda notte a guardare i gol, le moviole, i commenti, i commenti ai commenti.

Ho solo una passione particolare, circoscritta a circa tre mesi l’anno, che mia moglie conosce bene e accetta di buon grado: il Football Americano.

Come ogni anno, all’inizio di Gennaio partono i playoffs… e come ogni anno, io mi armo di videocassetta per registrare le partite trasmesse da Sky in diretta per guardarle il giorno dopo ad un orario più consono. Ma quest’anno tutti gli elementi si sono organizzati per guastarmi la festa.

Innanzitutto mi sono trovato tra i piedi un cantiere da gestire tra il 3 ed il 19 Gennaio, con diverse serate e nottate passate davanti a quel cazzo di forno, incluso il Sabato e la Domenica. Proprio i primi due weekend di playoffs. Quindi anche registrando le partite, non avevo il tempo di rivederle prima di dover registrare le seguenti… perché in tutto questo processo di registra-e-riguarda, io utilizzo la stessa videocassetta da tre anni.

Iniziamo dai Wild Card Games… la partita più emozionante è stata ovviamente quella dei Jets contro i Chargers. La registro Sabato per guardarla la Domenica… ovviamente la partita va ai supplementari e la cassetta finisce quando mancano 4 minuti alla fine. Giusto in tempo per perdermi il calcio da tre punti realizzato da Doug Brien con 8 secondi sull’orologio per dare la vittoria ai Jets. smily

Una settimana dopo, i Divisional Playoffs… i Jets vanno a Pittsburgh. La partita si dilunga e la cassetta mi finisce un’altra volta, quando mancano 2 minuti alla fine dei tempi regolamentari con le due squadre sul 17 pari. Nei 2 minuti che seguono…
– I Jets sbagliano il calcio da tre punti che gli avrebbe dato la vittoria;
– Gli Steelers riprendono il possesso del pallone, e Ben Rothlisberger si fa intercettare al primo passaggio;
– I Jets arrivano fino alle 24 yards di Pittsburgh e sbagliano un altro calcio da tre punti a 4 secondi dalla fine.
La partita va ai supplementari… possesso ai Jets, che vengono fermati sulle loro 41 yards. Gli Steelers prendono il pallone e segnano il calcio della vittoria.

Tutto questo mentre la cassetta si riavvolgeva… smily

Va beh, il giorno dopo mi metto davanti alla TV per guardare la partita dell’anno: New England – Indianapolis, giocata la notte prima. La sfida tra i due Quarterbacks più forti della lega, Tom Brady e Peyton Manning. Imperdibile.

La mia adorata moglie esce dalla doccia e viene a sedersi vicino a me… “ah, guardi il football… sai su Radio Deejay hanno appena detto che probabilmente anche quest’anno il Superbowl lo vincerà New England…”

“Amore… praticamente mi hai appena detto chi ha vinto la partita che stavo iniziando a vedere!!!”

“Non so, amore… hanno detto qualcosa su Peyton Manning, che è uscito dai playoffs…”

“…smily…!!!”

Passa una settimana, e comincio a chiedermi se riuscirò a vedere una partita in santa pace. Arrivano i Championship Games… New England a Pittsburgh. Registro la partita Domenica notte e Lunedì sera mi metto davanti alla TV.

Questa non posso perderla, cacchio… accendo il videoregistratore, la partita sta per iniziare. L’immagine inizia a traballare leggermente, poi un po’ di più, fino a quando non si vede più niente. La mia fida videocassetta, compagna di tre Superbowl vissuti insieme, ha tirato le cuoia. smily

Faticando come un matto, incazzato nero, vado avanti a guardare le immagini indecifrabili. Lavorando nervosamente con il telecomando quando i commentatori annunciano un’azione interessante… Pausa, Riavvolgi, Rallentatore, Pausa…

Mia moglie al computer: “Ah, amore… visto che la partita non riesci a vederla ti dico il risultato… hanno vinto i Patr…” smily

Domenica c’è il Superbowl… ho una videocassetta nuova, sprango le porte, stacco i telefoni, mando mia moglie da sua madre, e guai a chi osa mettersi in mezzo. smily

Posted in Sport | 23 Comments »