Categories

Search

Uomini di paglia

January 27th, 2005 by Tony

Su Haramlik un certo Carlo Fusco solleva la questione dello Straw Man Argument. Un fenomeno con cui mi sono trovato a che fare infinite volte nel corso delle mie esperienze in rete, e che non credevo fosse mai stato analizzato in forma “istituzionale” da così tante persone.
Read the rest of this entry »

Posted in Il Blog | 2 Comments »

Pagliacci in toga

January 26th, 2005 by Tony

Ma assoldare “mercenari” non era un reato?

Ma i nostri connazionali, rei di lavorare al soldo delle forze Americane, non erano pericolosi delinquenti da mettere in galera?

E allora, perché oggi un pagliaccio travestito da giudice assolve i membri di un’organizzazione che reclutava in Italia kamikaze da mandare in Iraq? Riconoscendo, tra le altre cose, che questi agnellini innocenti “avevano come precipuo scopo il finanziamento, e più in generale il sostegno di strutture di addestramento paramilitare” e che “erano organizzati sia la raccolta e l’invio di somme di denaro, sia l’arruolamento di volontari”?

Che mica erano terroristi, loro. Erano “guerriglieri”, già. E i “guerriglieri” mica commettono attentati di tipo terroristico. Proprio no.

“Organizzazioni paramilitari”, si chiamano adesso. Legalissime, quando mettono bombe in piazza ammazzando poveri civili iracheni, ma illegali quando operano per conto degli Stati Uniti…

Ma quando finirà questa buffonata?

Quand’è che qualcuno prenderà questi idioti patentati, questi politicanti della Domenica mascherati da magistrati, e darà loro il pedatone nel culo che si meritano?

Perché se andiamo avanti così, tra un paio di mesi qualche altro guitto del Foro in cerca di notorietà conferirà la cittadinanza Italiana ad honorem anche ad Osama Bin Laden.

D’altra parte, “estendere tale tutela penale anche agli atti di guerriglia, per quanto violenti, posti in essere nell’ambito di conflitti bellici in atto in altri Stati e a prescindere dall’obiettivo preso di mira, porterebbe inevitabilmente ad una ingiustificata presa di posizione per una delle forze in campo

Che vergogna.

Posted in World Zap | 4 Comments »

Reach out for the sunrise…

January 24th, 2005 by Tony

“Pronto, Adriana? Ciao, sono Diego”
“Diego!… dove sei?”
“Nel ristorante dove ti avevo chiesto di sposarmi, e tu mi avevi detto se mi prendi ti sposo
“Ah. Aspetta che sto arrivando”

…reach out for the sunriseeee…

“Eccomi. Mi hai presa”
“E adesso?”
“E adesso ti sposo”

MA VAFFANCULO, VA’. smily

Posted in TV e Cinema | 9 Comments »

Walkin’

January 13th, 2005 by Tony

You keep saying you got something for me
Something you call love, but confess
You’ve been a’messin’ where you shouldn’t ‘ve been a’messin’
And now someone else is getting all your best

Well, these boots are made for walking,
And that’s just what they’ll do
One of these days these boots
Are gonna walk all over you…

Posted in Io e la Gatta | 9 Comments »

“Cose più importanti”…

January 10th, 2005 by Tony

Alberto Puliafito ci ricorda la futilità della protesta dei fumatori di oggi. Certo.

E che diamine. C’è la legge Salva-Previti, quella Salva-Dell’Utri, come ci ricorda qualcuno anche qui. Se è per quello c’è anche la guerra in Iraq, lo Tsunami, la questione Palestinese, la fame nel mondo e la difficoltà di trovare parcheggio in centro a Milano.

Tutte cose molto più importanti delle lamentele dei fumatori. Certo, anche molto più importanti delle lamentele dei NON fumatori… di tutte le storielle fotocopiate che ci raccontano di golfini puzzolenti e occhi che lacrimano, di capelli sporchi dopo una serata al pub, di colleghi cattivi e capi incivili che vengono nel tuo ufficio solo per fumarti in faccia. Tutte scritte con lo stampino, un infinito copia-e-incolla. Come qui, o qui, o qui, o qui.

Tutte storie nate per magia solo da due o tre anni… perché come faceva notare oggi qualcun altro, “la cosa interessante da rilevare e’ che piu’ il vizio del fumo diventa raro, piu’ il numero dei fumatori diminuisce, piu’ l’intolleranza verso i fumatori aumenta”.

Che poi va beh che il popolo è bue, che ripete tutto quello che gli si dice di dire senza neanche pensare… ma almeno la polemica idiota sui “costi sociali” del fumo in Italia la si potrebbe evitare, no? Ripeto, in Italia… in una nazione in cui lo Stato incassa DIECI MILIARDI DI EURO ogni anno sulla vendita delle sigarette, ci si rende contro che parlare di “costo sociale” del fumo è una cazzata senza pari?

Una settimana fa mi chiedevo che cosa volessero ancora i fumatori… adesso comincio a capirlo.
Vogliono l’America, dove negli aeroporti è vietato fumare anche all’aperto e se vuoi fumare devi allontanarti dall’entrata almeno di 200 metri.
Vogliono il Giappone, dove a Tokyo è diventato reato persino camminare per strada con la sigaretta spenta.

Dicevo “ben venga la legge, se ci può evitare le rotture di palle dei non fumatori integralisti dell’ultima ora”… mi sbagliavo. Adesso la legge c’è, eppure non la piantano mica.

Va beh, allora da oggi basta con gli sconti. D’ora in poi, quando mi trovo in un luogo pubblico in cui è consentito fumare, io fumo senza chiedere niente a nessuno. Da oggi ci sono milioni di posti dove non si può fumare, e una decina dove si può. Chi ci entra, lo fa per sua scelta.

Ti dà fastidio la mia sigaretta? Esci.

Posted in World Zap | 35 Comments »

And the winner is…

January 5th, 2005 by Tony

A grandissima richiesta, e soprattutto in largo anticipo su quel faccione di Gianluca Neri, ecco a voi i vincitori dei miei personalissimi 2004 BlogAwards!!! smily

Best Male Blogger:

1. Dottor D.
2. Finestraio
3. Daveblog

Best Female Blogger:

1. Black Cat smily
2. Phoebe
3. Runrig

Best New Blog:

1. Runrig
2. Azulejo
3. Vis

Best Community Blog:

Ora camminiamo eretti

I vincitori sono pregati di passare a ritirare i ricchi premi… va beh, magari solo i cotillons. smily

Posted in Il Blog | 15 Comments »