Categories

Search

No Smoking

December 28th, 2004 by Tony

No Smoking.jpg

E va beh, parliamone.

Dal 10 Gennaio non sarà più possibile fumare nei bar e ristoranti che non abbiano una sezione fumatori adeguatamente separata e ventilata.

Bene, lo faccio già. A Milano praticamente tutti i ristoranti che frequento sono già attrezzati, e in quelli che non lo sono è già vietato fumare. Se sono in uno di questi e voglio fumare, mi alzo ed esco cinque minuti. Per quanto riguarda i bar, in quelli che frequento già di diverso tempo è richiesto di non fumare al banco. Mai avuto problemi.

Dal 10 Gennaio sarà vietato fumare su tutti i mezzi pubblici di ogni tipo.

Bene, questo è praticamente già in vigore da tempo. Sono già otto anni che è vietato fumare sugli aerei, e se non ho problemi a non fumare per nove ore su un volo intercontinentale, non vedo che altri problemi potrei avere.

Dal 10 Gennaio sarà vietato fumare in tutti gli uffici, anche quelli non aperti al pubblico.

Va beh, qui mi inventerò qualcosa. Anche se nel mio ufficio ci sono solo io, se il mio datore di lavoro mi vieterà di fumare, non fumerò.

Mi rimane la mia macchina, la strada e la mia casa solo in luoghi e momenti specifici, visto che a casa ho un bambino di dieci mesi.

Tutto a posto, quindi. Per me e per il 99% dei fumatori che già non fuma nei luoghi dove è vietato. Quello che non capisco è: perché ai non fumatori tutto questo NON BASTA? Che cosa vogliono ancora?

Posted in World Zap | 35 Comments »

Makin’ History

December 28th, 2004 by Tony

Dico sempre che di veri Quarterbacks non ne nascono più. Di quelli che piacevano a me, i veri leaders. Joe Montana, Steve Young, John Elway… Dan Marino.

48 touchdown in una stagione, Dan Marino. 1984.

I veri quarterbacks. Perché un vero quarterback, quando segna il suo touchdown numero 48 della stagione, non festeggia. Perché la sua squadra è ancora indietro di 8 punti.

Perché un vero quarterback, su un 4th down dalle sue 24 yards, manda il punter fuori dal campo e se la gioca.

Perché un vero quarterback, quando segna il numero 49, non festeggia. Ma corre a schierare di nuovo l’attacco per la conversione da due punti.

Perché un vero quarterback non segna soltanto molti touchdown.
Un vero quarterback vince le partite.

Congratulations, Peyton.

W030288U.jpg

Posted in Sport | 2 Comments »

Buon Natale…

December 24th, 2004 by Tony

8540-002-18-1049.gif

Buon Natale a chi, in questa santa notte
Grida a tutti “Buon Natale! Buon Natale!”
E lo riempiono di botte
Buon Natale a chi mangia tanto panettone
Così gli va su il colesterolo
E gli aumenta la pressione

Buon Natale a chi vuoi tu
Merry Christmas for you
Buon Natale a chi vuoi tu
Un Natale che non si scorda più

Buon Natale a chi fa i regali riciclati
Bravi! Anche quest’anno, vi siete sputtanati
Buon Natale a chi è sempre in imbarazzo
Ma prendi su ‘sto regalo, dai
Sbattitene… del prezzo!

Buon Natale a chi vuoi tu
Merry Christmas for you
Buon Natale a chi vuoi tu
Un Natale che non si scorda più

Buon Natale a chi ti fa un regalo intelligente
Che tu gli dai il tuo e ti senti deficiente
Buon Natale a chi non sa mai cosa regalare
L’importante è il pensiero poi…
Ma che vadano a cagare!

Buon Natale a chi vuoi tu
Merry Christmas for you
Buon Natale a chi vuoi tu
Un Natale che non si scorda più

Posted in Life | 5 Comments »

Faccin Update

December 23rd, 2004 by Tony

Sono lieto di informare i miei numerosissimi lettori che da oggi su questo blog sono disponibili le seguenti nuove faccine, da inserire nei commenti:

smily smily smily smily smily smily smily smily smily smily smily smily smily smily smily smily smily smily smily smily smily smily smily smily smily smily smily smily smily smily smily smily smily smily smily smily

Ma soprattutto, la faccina preferita da jpm… smily

Posted in Il Blog | 5 Comments »

Storie di ordinario buonismo

December 22nd, 2004 by Tony

Mah. Io a questo punto non ci capisco più niente.

Se uno zingaro aggredisce e deruba una donna italiana, eterosessuale e non portatrice di handicap, e questa lo chiama “bastardo” augurandogli ogni male, la si mette alla gogna come razzista, reazionaria e chi più ne ha più ne metta.

Se invece una banda di comunissimi teppistelli italiani (mica tutti, tra l’altro… italiani e albanesi) aggredisce e deruba un omosessuale e un disabile, all’improvviso diventa lecito chiamarli “piccoli stronzi” ed auspicare il ricorso alla giustizia privata a suon di calci in culo.

E già che ci siamo, colorire il racconto con qualche dettaglio inventato di sana pianta sulla loro presunta estrazione sociale… dipingerli come figli di papà (anche gli albanesi?), con contorno di paghette di lusso e abiti firmati.

Devono essere ricchi. Perché se non lo fossero, parlarne male sarebbe peccato. Già.

Posted in World Zap | 5 Comments »

Disbarred

December 21st, 2004 by Tony

Aaaaarghhhh!!! Gianluca, perché lo hai fatto?

Perché mi hai tolto dalla Blogbar?

Solo perché ti ho dato del coglione qui?
O perché ti ho dato dell’imbecille qui?
O perché alla presentazione della Notte dei Blogger invece di ascoltare facevo casino?
Oppure perché ho litigato con Giulia Blasi?

E poi, proprio ora che la Blogbar è di nuovo compatibile con Windows 98 e ME, e il 24,99% dei miei lettori avrebbe finalmente potuto installarla?

Non mi resta che incamminarmi sul viale del tramonto… cacchio sono la prima aspirante blogstar caduta in declino prima ancora di diventare famosa.
Una specie di Lloyd Cole della blogosfera.

Magari mi ritirerò nella mia villetta sulla spiaggia a Key West, a bere Martini in compagnia del Finestraio.
E a parlare dei vecchi tempi: “Eh, sì… tu una volta avrai avuto un commento da Luca Sofri, ma IO un tempo ero nella Blogbar…”.

Sigh.

Posted in Il Blog | 12 Comments »

Tecnologia (2)

December 19th, 2004 by Tony

1motorolaE100_2.jpg
Ora che ho questo, qualcuno riuscirà a convincermi che il cellulare può servire anche a fare altre cose, oltre che a telefonare? smily

Posted in Life | No Comments »

Lo Stato Laido

December 14th, 2004 by Tony

Giuro che poi non ci torno più sulla questione… è che mi ha fatto veramente pena, la ragazzina intervistata al TG5 sul caso della canzone di Natale censurata.

La fighetta di legno tutta zainetto e cellulare, che ripeteva la lezioncina: “Beh, è giusto… in una scuola laica, è giusto togliere il nome di Gesù da una canzone…”

Me la sono immaginata che andava via con le cuffiette del suo lettore mp3 in testa, mentre ascoltava la canzone di Eamon… chissà come si era arrabbiata, quando a Top Of The Pops l’avevano censurata.

E mi sono chiesto: “Fuck” si può dire, e “Gesù” no?

Me la sono immaginata che andava via con i suoi jeans a vita ultrabassa… chissà come si era indignata, davanti alle dichiarazioni di quel preside che invitava le sue coetanee ad un abbigliamento più consono all’ambiente scolastico.

E mi sono chiesto: Presepi e crocefissi a scuola sono “inopportuni”, e mostrare la canata del culo no?

Mah.

Posted in World Zap | 12 Comments »

Il Presepe

December 13th, 2004 by Tony

2001presepio1.jpg

Questo è per il mio bambino.

Per la mia famiglia, per il nostro primo Natale insieme.

Quando il mio bambino sarà più grande, per Natale papà gli farà il presepe più bello del mondo. Con la grotta di sughero e le statuine, la stella cometa, le montagne coperte di muschio e il cielo stellato di carta attaccato al muro.

E l’Albero di Natale, con le lucine che si accendono e si spengono e tutti i regali sotto. Come mio padre lo faceva per me, quando ero bambino.

E quando il mio bambino sarà un uomo, deciderà se fare la stessa cosa per suo figlio. Senza che nessuno possa permettersi di dirgli che cosa fare o non fare.

Perché un atto d’amore non può offendere nessuno.

Posted in Io e la Gatta | 22 Comments »

Bates Autogrill

December 10th, 2004 by Tony

Avete presente quei momenti in cui il mondo intorno a voi vi sembra così impossible da farvi pensare di essere in un incubo incredibilmente verosimile?

Oggi, ore 13 circa. Mi fermo in Autogrill sulla tangenziale per mangiare un panino. Ordino il solito rustico e Coca Cola… mentre il panino è a scaldare, vado al bancone del bar per farmi dare la Coca. In quel momento la barista sta versando un bicchiere di Fanta al cliente prima di me, quando la macchina per le bibite alla spina si blocca.

“Porca puttana, si blocca sempre, ‘sta cazzo di macchina!!! G., chiama C.!!!!”

La ragazza alla cassa chiama il tipo che probabilmente è il manager… nel frattempo la barista prende il mio scontrino.

“Coca… eh, cazzo… aspetti, che ‘sta macchina non funziona mai… C.!!!! C.!!!! Vuoi venire, che la macchina non funziona!!!! Guardi, prenda una bottiglia di Coca dal frigo, che se no qui facciamo notte…”

Prendo la bottiglia. Appena la apro, la macchina ricomincia a funzionare. La tipa cerca di versare di nuovo la Fanta all’altro cliente.

“Toh, adesso funziona… cazzo, non si ferma più!!!! Ma porca putt… C!!!! Dove cazzo sei???”

Prende il bicchiere strabordante di Fanta e bagnato fradicio e lo dà all’altro cliente: “Toh. Si prenda questo.”

Arriva il manager… va alla macchina, schiaccia tutti i bottoni, ovviamente adesso funziona tutto. Si rivolge alla povera barista:

“Ma che cazzo dici? Qui funziona tutto!!!!”

“Adesso sì, ma prima non funzionava…”

“Guarda che anche se la luce è spenta, devi provare a schiacciare lo stesso.”

“Ho schiacciato, merda!!!! Non usciva niente!!!! Toh, diteglielo voi!!!!”

Si rivolge verso i clienti attoniti… io e un paio di altri annuiamo timidamente.

“Visto? Ho i testimoni!!!! Mica ti prendo per il culo, io!!!!”

Nel frattempo una’altra cliente chiede alla cassiera: “Scusi, ma i bagni sono chiusi…”

La cassiera: “Ehhhh, lo so. Non c’è acqua. Guardi, se la tenga. Oppure vada a farla nel prato.”

La barista, finito l’incidente con la macchina delle bibite, va a rabboccare il macinacaffé.
Vuota il sacchetto e la metà dei chicchi vanno a finire per terra.

“Ma vaffanculo, va’!!!!”

Un cliente: “Oggi non è giornata, eh?”… ormai l’assurdo teatrino ha coinvolto tutti i presenti.

Io finisco il panino, chiudo la bottiglietta di Coca Cola (ne era rimasta un po’) e faccio per uscire… ma ovviamente la mia bottiglietta non era passata alla cassa, e fa suonare l’allarme.

La barista si fa prendere da una crisi isterica… “Cazzo, qualcuno spenga quell’allarme!!!!”

Butto la bottiglietta nella spazzatura ed esco.
Mentre rientravo in tangenziale, mi è sembrato di sentire dei colpi di arma da fuoco provenienti dall’Autogrill… smily

Posted in Life | 5 Comments »

« Previous Entries