Categories

Search

I’m on my way…

April 27th, 2004 by Tony

B747_1.jpg

…home, sweet home. smily

Posted in Io e la Gatta | 10 Comments »

Arabians

April 24th, 2004 by Tony

In Europe and America
There’s a growing feeling of hysteria
Conditioned to respond to all the threats
In the rhetorical speeches of the terrorists
Osama says: “we will bury you”
I don’t subscribe to this point of view
It would be such an ignorant thing to do
If Arabians love their children too

How can I save my little boy
From Oppenheimer’s deadly toy?
There is no monopoly in common sense
On either side of the political fence
We share the same biology
Regardless of ideology
Believe me when I say to you
I hope Arabians love their children too

There is no historical precedent
To put the words in the mouth of the President
There’s no such thing as a winnable war
It’s a lie that we don’t believe anymore
Mr. Bush, he says: “we will protect you”
I don’t subscribe to this point of view
Believe me when I say to you
I hope Arabians love their children too

We share the same biology
Regardless of ideology
What might save us, me and you
Is that Arabians love their children too.

Alex.JPG

Posted in Io e la Gatta | 7 Comments »

Wear The Ring!

April 22nd, 2004 by Tony

Va beh, parliamo d’altro…

Qualche sera fa ho visto un documentario sulla BBC che parlava del Silver Ring Thing. Si tratta di una campagna promossa da gruppi religiosi Americani (e, sembra, appoggiata da diversi congressmen del Partito Repubblicano), rivolta ai teenagers.

Detto in parole povere, questa campagna promuove l’astinenza sessuale, come rimedio alla diffusione dell’AIDS e di altre malattie veneree.

Nel documentario, uno dei promotori faceva un giro per gli uffici del Congresso a Washington, portandosi dietro come testimonial un ragazzino sfigato e brufoloso. Il piccolo nerd spiegava che i giovani che aderiscono all’iniziativa indossando l’anello, decidono di astenersi dall’avere rapporti sessuali fino al matrimonio.

Dico io: “decidono”? Cioé, bella storia… un ragazzino gracile, alto un metro e 50 lire, con la faccia brufolosa e una vocina flebile tendente al falsetto, vorrebbe farci credere che lui non scopa perche NON VUOLE? Certo, come no.

Ho pensato subito: peccato che queste cose non ci fossero quando ero giovane e sfigato, io… sarebbe stato tanto facile. Ti metti l’anello, e via tutte le frustrazioni. E se qualcuno ti chiede come mai non ne becchi neanche a morire e hai delle occhiaie da vampiro a forza di ammazzarti di seghe, tu rispondi pronto: “Io no. Ho scelto di portare l’anello”. smily

Ma la cosa più ridicola è stata quando hanno mostrato una conferenza tenuta in una High School… da una parte Miss Mondo a rappresentare il Silver Ring Thing, dall’altra parte una cicciona immensa e bruttissima a rappresentare la controparte.

Miss Mondo: “Fate come me. Astenetevi dal fare sesso”
La cicciona: “No, fate come me. Trombate quanto volete, ma usate il preservativo”.

Non so dirvi chi delle due fosse meno credibile… smily

Posted in World Zap | 7 Comments »

Pesce d’Aprile

April 18th, 2004 by Tony

Delio scrive un post sul suo blog… una piccola indagine “indipendente” sulla società per cui lavorava Fabrizio Quattrocchi. Pesca nel torbido, scopre intrecci e connivenze, ed emette la sentenza finale: Quattrocchi era un mercenario.

Chiede che la notizia venga diffusa il più possibile… lo stesso giorno il post appare su Macchianera. Nel giro di poche ore abboccano anche (in ordine sparso) Tiziano, Giulia, Massimo Mantellini, Ludik, Carmilla, e tanti altri. Solo con Technorati, ho trovato circa una trentina di blog che hanno linkato o riportato lo “scoop” di Delio.

Apathos viene a commentare qui, per segnalarmi il pezzo… potrebbe farmi venire dei dubbi, dice lui.

Passa qualche ora, e la bufala comincia a venire a galla. Su Repubblica appare un articolo di Giuseppe D’Avanzo, che ha fatto le stesse ricerche. E la Dts per cui lavorava Fabrizio Quattrocchi non è la stessa Dts Llc di cui parla Delio nel suo post. Le due società (ambedue con sede negli Stati Uniti) non hanno nulla a che fare l’una con l’altra.

Partono le smentite, ma ormai è troppo tardi. Alcuni (incluso Delio), pubblicano degli “aggiornamenti” al post, ovviamente nessuno ammette di aver preso una cantonata colossale. Altri, tra cui Macchianera, non si prendono neanche il disturbo di dare l’informazione corretta. La macchina della disinformazione faziosa è tanto facile da mettere in moto, quanto difficile da fermare.

Parafrasando il titolo del post di Giulia, ecco che cosa distingue i bravi giornalisti dai parolai. Da quelli che pensano di essere diventati dalla mattina alla sera dei guru dell’informazione, solo perché sanno giocare con Google e hanno un blog.

I bravi giornalisti verificano le notizie, prima di pubblicarle. Non che tutti i giornalisti di professione lo facciano sempre, forse i più non lo fanno affatto… ma abbiamo già abbastanza cialtroni in TV e sulla carta stampata, dubito che ne servano altri.

Buon Pesce d’Aprile a tutti.

Posted in Il Blog | 4 Comments »

Noi “mercenari”…

April 16th, 2004 by Tony

C’è una cosa che veramente non sopporto: la stupidità.

Non sopporto le pecore che si fanno guidare dai tormentoni mediatici, che parlano di cose che non sanno, che amano mettersi in cattedra per ripetere a pappagallo le stupidaggini sentite da altri.

Ho lavorato come trasfertista per undici anni, in otto paesi diversi. Adesso mi trovo da due mesi in Nuova Caledonia, in quello che sarà l’ultimo cantiere estero della mia vita. Ed è una vita di merda. E’ una vita fatta di sacrifici, di giornate di lavoro di quattordici ore per sette giorni la settimana in ambienti di lavoro a cui la maggior parte delle persone non si avvicinerebbe neanche.

E soprattutto è una vita di solitudine. Lontano dalla propria casa, dalla propria famiglia, dalle persone care. E’ una vita fatta di tavoli per uno al ristorante, di ore e giorni passate senza parlare con nessuno.

Chi fa questa vita guadagna più soldi degli altri, e ci mancherebbe. In questi undici anni sono riuscito a mettere da parte una somma discreta, che consente un minimo di tranquillità alla mia famiglia e che mi permetterà di non dover tirare troppo la cinghia quando tornerò al mio stipendio di impiegato. Non so se questo faccia di me un “mercenario”, agli occhi degli imbecilli che parlano di cose che non sanno e di scelte che loro non avrebbero mai il coraggio di fare.
E sinceramente me ne batto il culo.

Se in questi anni io avessi accettato di andare a fare il mio lavoro in un paese in guerra, in un paese “a rischio” (come hanno fatto molti miei colleghi), nel mio cantiere avrei incontrato sicuramente un Fabrizio Quattrocchi. Magari avrei bevuto una birra con lui al bar del campo, lui mi avrebbe parlato della sua famiglia, io gli avrei mostrato le foto di mio figlio.
Io, e il “mercenario”.

Per questo mi disturba questo ridicolo circo. Per questo mi disgustano le parole degli ipocriti, sempre pronti a piangere le loro lacrime di coccodrillo per i poveri morti iracheni, afghani, palestinesi, senza mai chiedersi chi fossero o che vita facessero… mentre davanti ad un morto italiano, sono i primi ad attaccarsi al carrozzone degli inquisitori.

Quelli che si permettono di giudicare la vita altrui. Io vi sputo addosso.

Posted in World Zap | 101 Comments »

Kanak Art 2

April 12th, 2004 by Tony

Prosegue il nostro viaggio all’interno dell’arte e della cultura delle civiltà aborigene del Pacifico Meridionale… questa statua si trova in una delle piazze più frequentate di Nouméa.

Bunga Bunga 4.JPG

…poveri Bronzi di Riace. smily

Posted in La Bout du Monde | 5 Comments »

Piccoli Maestri crescono…

April 9th, 2004 by Tony

Mi è arrivata notizia che stasera in pizzeria mio figlio abbia fatto colpo sulla signorina Incontrada

vanessai13.jpg sorriso 1.jpg

…ma d’altronde è noto che tutte le donne più belle del mondo siano irresistibilmente attratte da noi Maestri. Se avete dei dubbi, chiedete a mia moglie. smily

Posted in Io e la Gatta | 4 Comments »

A pranzo…

April 9th, 2004 by Tony

Collega: “La cosa che mi mortifica è che gente come Rutelli e Fassino rovina l’immagine della Sinistra Italiana. Io comincio a vergognarmi di essere di Sinistra”.

Io: “E io che cosa devo dire? La Destra Italiana ci ha messo cinquant’anni per liberarsi dell’eredità del fascismo, e Berlusconi in tre anni ha fatto più danni per l’immagine della destra di quanti ne avesse fatti Mussolini. Fino a tre anni fa, se dicevi “sono di destra”, ti davano del fascista… se lo dici adesso, ti danno dell’imbecille”.

Posted in World Zap | No Comments »

A cena…

April 9th, 2004 by Tony

Collega: “Io non la penso come te… per me non esistono noi e loro. Per me siamo tutti esseri umani”.

Io: “Il problema non è quello che penso io, o quello che pensi tu. Io e tu mica andiamo in giro a mettere le bombe”.

Collega: “Rimane il fatto che se noi li lasciassimo in pace, magari loro le bombe non le metterebbero”.

Io: “Me lo garantisci? Io lo spero. Il tuo modo di pensare ti fa onore… ma sono sicuro che su quei treni a Madrid c’era tanta gente che la pensava come te, e li hanno ammazzati lo stesso. E’ questo il problema”.

Posted in World Zap | 2 Comments »

Conneries

April 6th, 2004 by Tony

Ci sono cantieri in cui, per sfuggire al caos ed allo stress dell’impianto, una volta al giorno vai a cercare un po’ di pace in ufficio.

Ce ne sono altri in cui, per sfuggire al caos ed allo stress dell’ufficio, una volta al giorno vai a cercare un po’ di pace sull’impianto.

Questo è un cantiere del secondo tipo.

Posted in La Bout du Monde, Life | 1 Comment »

« Previous Entries