Categories

Search

Pagliacci in toga

January 26th, 2005 by Tony

Ma assoldare “mercenari” non era un reato?

Ma i nostri connazionali, rei di lavorare al soldo delle forze Americane, non erano pericolosi delinquenti da mettere in galera?

E allora, perché oggi un pagliaccio travestito da giudice assolve i membri di un’organizzazione che reclutava in Italia kamikaze da mandare in Iraq? Riconoscendo, tra le altre cose, che questi agnellini innocenti “avevano come precipuo scopo il finanziamento, e più in generale il sostegno di strutture di addestramento paramilitare” e che “erano organizzati sia la raccolta e l’invio di somme di denaro, sia l’arruolamento di volontari”?

Che mica erano terroristi, loro. Erano “guerriglieri”, già. E i “guerriglieri” mica commettono attentati di tipo terroristico. Proprio no.

“Organizzazioni paramilitari”, si chiamano adesso. Legalissime, quando mettono bombe in piazza ammazzando poveri civili iracheni, ma illegali quando operano per conto degli Stati Uniti…

Ma quando finirà questa buffonata?

Quand’è che qualcuno prenderà questi idioti patentati, questi politicanti della Domenica mascherati da magistrati, e darà loro il pedatone nel culo che si meritano?

Perché se andiamo avanti così, tra un paio di mesi qualche altro guitto del Foro in cerca di notorietà conferirà la cittadinanza Italiana ad honorem anche ad Osama Bin Laden.

D’altra parte, “estendere tale tutela penale anche agli atti di guerriglia, per quanto violenti, posti in essere nell’ambito di conflitti bellici in atto in altri Stati e a prescindere dall’obiettivo preso di mira, porterebbe inevitabilmente ad una ingiustificata presa di posizione per una delle forze in campo

Che vergogna.

Posted in World Zap | 4 Comments »

“Cose più importanti”…

January 10th, 2005 by Tony

Alberto Puliafito ci ricorda la futilità della protesta dei fumatori di oggi. Certo.

E che diamine. C’è la legge Salva-Previti, quella Salva-Dell’Utri, come ci ricorda qualcuno anche qui. Se è per quello c’è anche la guerra in Iraq, lo Tsunami, la questione Palestinese, la fame nel mondo e la difficoltà di trovare parcheggio in centro a Milano.

Tutte cose molto più importanti delle lamentele dei fumatori. Certo, anche molto più importanti delle lamentele dei NON fumatori… di tutte le storielle fotocopiate che ci raccontano di golfini puzzolenti e occhi che lacrimano, di capelli sporchi dopo una serata al pub, di colleghi cattivi e capi incivili che vengono nel tuo ufficio solo per fumarti in faccia. Tutte scritte con lo stampino, un infinito copia-e-incolla. Come qui, o qui, o qui, o qui.

Tutte storie nate per magia solo da due o tre anni… perché come faceva notare oggi qualcun altro, “la cosa interessante da rilevare e’ che piu’ il vizio del fumo diventa raro, piu’ il numero dei fumatori diminuisce, piu’ l’intolleranza verso i fumatori aumenta”.

Che poi va beh che il popolo è bue, che ripete tutto quello che gli si dice di dire senza neanche pensare… ma almeno la polemica idiota sui “costi sociali” del fumo in Italia la si potrebbe evitare, no? Ripeto, in Italia… in una nazione in cui lo Stato incassa DIECI MILIARDI DI EURO ogni anno sulla vendita delle sigarette, ci si rende contro che parlare di “costo sociale” del fumo è una cazzata senza pari?

Una settimana fa mi chiedevo che cosa volessero ancora i fumatori… adesso comincio a capirlo.
Vogliono l’America, dove negli aeroporti è vietato fumare anche all’aperto e se vuoi fumare devi allontanarti dall’entrata almeno di 200 metri.
Vogliono il Giappone, dove a Tokyo è diventato reato persino camminare per strada con la sigaretta spenta.

Dicevo “ben venga la legge, se ci può evitare le rotture di palle dei non fumatori integralisti dell’ultima ora”… mi sbagliavo. Adesso la legge c’è, eppure non la piantano mica.

Va beh, allora da oggi basta con gli sconti. D’ora in poi, quando mi trovo in un luogo pubblico in cui è consentito fumare, io fumo senza chiedere niente a nessuno. Da oggi ci sono milioni di posti dove non si può fumare, e una decina dove si può. Chi ci entra, lo fa per sua scelta.

Ti dà fastidio la mia sigaretta? Esci.

Posted in World Zap | 35 Comments »

No Smoking

December 28th, 2004 by Tony

No Smoking.jpg

E va beh, parliamone.

Dal 10 Gennaio non sarà più possibile fumare nei bar e ristoranti che non abbiano una sezione fumatori adeguatamente separata e ventilata.

Bene, lo faccio già. A Milano praticamente tutti i ristoranti che frequento sono già attrezzati, e in quelli che non lo sono è già vietato fumare. Se sono in uno di questi e voglio fumare, mi alzo ed esco cinque minuti. Per quanto riguarda i bar, in quelli che frequento già di diverso tempo è richiesto di non fumare al banco. Mai avuto problemi.

Dal 10 Gennaio sarà vietato fumare su tutti i mezzi pubblici di ogni tipo.

Bene, questo è praticamente già in vigore da tempo. Sono già otto anni che è vietato fumare sugli aerei, e se non ho problemi a non fumare per nove ore su un volo intercontinentale, non vedo che altri problemi potrei avere.

Dal 10 Gennaio sarà vietato fumare in tutti gli uffici, anche quelli non aperti al pubblico.

Va beh, qui mi inventerò qualcosa. Anche se nel mio ufficio ci sono solo io, se il mio datore di lavoro mi vieterà di fumare, non fumerò.

Mi rimane la mia macchina, la strada e la mia casa solo in luoghi e momenti specifici, visto che a casa ho un bambino di dieci mesi.

Tutto a posto, quindi. Per me e per il 99% dei fumatori che già non fuma nei luoghi dove è vietato. Quello che non capisco è: perché ai non fumatori tutto questo NON BASTA? Che cosa vogliono ancora?

Posted in World Zap | 35 Comments »

Storie di ordinario buonismo

December 22nd, 2004 by Tony

Mah. Io a questo punto non ci capisco più niente.

Se uno zingaro aggredisce e deruba una donna italiana, eterosessuale e non portatrice di handicap, e questa lo chiama “bastardo” augurandogli ogni male, la si mette alla gogna come razzista, reazionaria e chi più ne ha più ne metta.

Se invece una banda di comunissimi teppistelli italiani (mica tutti, tra l’altro… italiani e albanesi) aggredisce e deruba un omosessuale e un disabile, all’improvviso diventa lecito chiamarli “piccoli stronzi” ed auspicare il ricorso alla giustizia privata a suon di calci in culo.

E già che ci siamo, colorire il racconto con qualche dettaglio inventato di sana pianta sulla loro presunta estrazione sociale… dipingerli come figli di papà (anche gli albanesi?), con contorno di paghette di lusso e abiti firmati.

Devono essere ricchi. Perché se non lo fossero, parlarne male sarebbe peccato. Già.

Posted in World Zap | 5 Comments »

Lo Stato Laido

December 14th, 2004 by Tony

Giuro che poi non ci torno più sulla questione… è che mi ha fatto veramente pena, la ragazzina intervistata al TG5 sul caso della canzone di Natale censurata.

La fighetta di legno tutta zainetto e cellulare, che ripeteva la lezioncina: “Beh, è giusto… in una scuola laica, è giusto togliere il nome di Gesù da una canzone…”

Me la sono immaginata che andava via con le cuffiette del suo lettore mp3 in testa, mentre ascoltava la canzone di Eamon… chissà come si era arrabbiata, quando a Top Of The Pops l’avevano censurata.

E mi sono chiesto: “Fuck” si può dire, e “Gesù” no?

Me la sono immaginata che andava via con i suoi jeans a vita ultrabassa… chissà come si era indignata, davanti alle dichiarazioni di quel preside che invitava le sue coetanee ad un abbigliamento più consono all’ambiente scolastico.

E mi sono chiesto: Presepi e crocefissi a scuola sono “inopportuni”, e mostrare la canata del culo no?

Mah.

Posted in World Zap | 12 Comments »

Contro-Vento

December 2nd, 2004 by Tony

lecciso_lored_inf--240x160.jpg

Pensavamo di essere arrivati alla frutta con Flavia Vento testimonial dell’Ulivo?
Bene, la politica italiana ci offre dessert, caffé e ammazzacaffé tutti in un colpo.

Alessandra Mussolini, in un’intervista a “Vanity Fair”, afferma di voler candidare Loredana Lecciso per Alternativa Sociale, il partito da lei fondato dopo l’addio ad Alleanza Nazionale.

Pensavamo di aver toccato il fondo anche con l’informazione?
E invece no. Il “nuovo” TG5 di Rossella, tra l’intervista quotidiana ai parenti della vittima di turno, e l’immancabile servizio sull’Italia spaccata in due dal maltempo, trova lo spazio per mostrarci l’intervista ad Alessandra nostra.

Con la perla più bella: “[La Lecciso] è una donna che lavora, che male c’è? Di questi tempi poi, a tutte le famiglie fanno comodo due stipendi…”

Certo. Immagino che la povera famiglia Carrisi – Lecciso avrebbe problemi seri ad arrivare a fine mese, con un solo stipendio… smily

Posted in World Zap | 7 Comments »

La guerra dei bottoni

November 30th, 2004 by Tony

ja16.gif

Me lo chiedo sempre più spesso… ma dove si piazzano questi rigurgiti neo-femministi dell’ultima ora?

Che cosa vogliono queste novelle Giovanna d’Arco de noantri, pronte a scendere in piazza per valori irrinunciabili quali il vedere il proprio uomo che rammenda un colletto?

O meglio… queste erinni del nostro tempo nate nel secolo sbagliato, ce l’hanno un uomo? E se ce l’hanno, che vita di merda fanno questi poveracci costretti a subirsi una donna che riesce a fare un caso sociale dello svuotare la lavastoviglie?

Sono strano io, che a mia moglie che mi chiede di fare qualcosa in casa, non mi sognerei mai di dare una risposta del cazzo del tipo: “perché non lo fai tu, non è che ti sentirai meno donna, dopo”, oppure “guarda che non sono mica il tuo carpentiere”?

E’ strana lei, che si diverte a prendere in giro me per quella porta che sfrega contro il pavimento da due settimane, come mi diverto io a rinfacciarle quel bottone della mia camicia rimasto sul comodino per altrettanto tempo?

Sarà che noi sappiamo ridere sempre di tutto… sarà che per noi queste stupidaggini non sono importanti, ché i problemi della vita sono ben altri.
Sarà che io non ci vedo nulla di strano nell’usare quel “mi” che scandalizza così tanto le nuove pulzelle di Orleans, e trovo perfettamente normale dire grazie a mia moglie per la cenetta che “mi” ha preparato l’altra sera… certo che la cena era per tutti e due, ma che cosa c’entra?

Sarà che tutte le cose che ho fatto io negli ultimi due anni le ho fatte per lei. Tutte, anche quelle che lei non ha visto, perché magari in quel momento era a casa, o al suo lavoro, o a curarsi del nostro bambino. A fare qualcosa per me.

Saremo strani noi.

Posted in World Zap | 4 Comments »

Libri

November 22nd, 2004 by Tony

8804534842.jpg

E il sottotitolo qual è, “Dalla padella nella brace”? smily

Posted in World Zap | 6 Comments »

Cabrones

November 11th, 2004 by Tony

Spagna merda.jpg

Questo articolo è apparso oggi su AS, sedicente quotidiano sportivo spagnolo.
Argomento: il derby tra Messina e Palermo.

“II terrone, la tierra de la mafia, la omertá, la pasta y la mamma, disputa hoy su derby más pasional: Messina-Palermo (…) El partido ha sido declarado de alto riesgo por las autoridades sicilianas, temerosas de que, amparándose en el derby, se produzcan vendette (venganzas) entre familias mafiosas y los ultras de ambos clubes (…) La historia del derby está plagada de connotaciones políticas y de dirigentes supuestamente ligados a la mafia.”

Ora, che gli spagnoli siano un popolo ignorante quanto presuntuoso, è cosa nota a tutti.
Che sappiano esprimere il peggio di sé stessi in particolare quando si parla di calcio, anche.
Eppure, ogni volta che mi capita di assistere a certe vergognose manifestazioni di razzismo anti-italiano, mi viene sempre in mente la storia del corvo che dice al merlo che è nero.

Miraos vosotros, capullos.

Update: del fatto ha parlato anche Harry, a cui mi permetto di rubare una frase…
“s’è mai visto un giornale italiano parlare, in occasione della partita fra Real Sociedad e Athletic Bilbao, di «derby dell’Eta»?”

Posted in World Zap | 21 Comments »

Pesce d’Aprile (Part 2)

October 22nd, 2004 by Tony

Oops, il provvedimento era già stato annullato. Prima ancora che la notizia finisse su giornali e TG.

Oops, il giudicino in cerca di fama ritratta tutto.

Oops, un branco di sciacalli era già salito sul carrozzone… facciamo una conta veloce dei buffoni in cerca di scoop:

Quattropassi
Jackpunk
Fabrizio (anche su Macchianera)
The Rat Race
Nasso

Qualcun altro vuole accodarsi? Avanti, c’è posto.

Posted in World Zap | 15 Comments »

« Previous Entries Next Entries »