Categories

Search

Played off

February 2nd, 2005 by Tony

Premessa: io non sono un grande appassionato di sport. Per intenderci, non sono il tipico marito che la Domenica pomeriggio si piazza davanti alla televisione a seguire le partite e poi va avanti fino a tarda notte a guardare i gol, le moviole, i commenti, i commenti ai commenti.

Ho solo una passione particolare, circoscritta a circa tre mesi l’anno, che mia moglie conosce bene e accetta di buon grado: il Football Americano.

Come ogni anno, all’inizio di Gennaio partono i playoffs… e come ogni anno, io mi armo di videocassetta per registrare le partite trasmesse da Sky in diretta per guardarle il giorno dopo ad un orario più consono. Ma quest’anno tutti gli elementi si sono organizzati per guastarmi la festa.

Innanzitutto mi sono trovato tra i piedi un cantiere da gestire tra il 3 ed il 19 Gennaio, con diverse serate e nottate passate davanti a quel cazzo di forno, incluso il Sabato e la Domenica. Proprio i primi due weekend di playoffs. Quindi anche registrando le partite, non avevo il tempo di rivederle prima di dover registrare le seguenti… perché in tutto questo processo di registra-e-riguarda, io utilizzo la stessa videocassetta da tre anni.

Iniziamo dai Wild Card Games… la partita più emozionante è stata ovviamente quella dei Jets contro i Chargers. La registro Sabato per guardarla la Domenica… ovviamente la partita va ai supplementari e la cassetta finisce quando mancano 4 minuti alla fine. Giusto in tempo per perdermi il calcio da tre punti realizzato da Doug Brien con 8 secondi sull’orologio per dare la vittoria ai Jets. smily

Una settimana dopo, i Divisional Playoffs… i Jets vanno a Pittsburgh. La partita si dilunga e la cassetta mi finisce un’altra volta, quando mancano 2 minuti alla fine dei tempi regolamentari con le due squadre sul 17 pari. Nei 2 minuti che seguono…
– I Jets sbagliano il calcio da tre punti che gli avrebbe dato la vittoria;
– Gli Steelers riprendono il possesso del pallone, e Ben Rothlisberger si fa intercettare al primo passaggio;
– I Jets arrivano fino alle 24 yards di Pittsburgh e sbagliano un altro calcio da tre punti a 4 secondi dalla fine.
La partita va ai supplementari… possesso ai Jets, che vengono fermati sulle loro 41 yards. Gli Steelers prendono il pallone e segnano il calcio della vittoria.

Tutto questo mentre la cassetta si riavvolgeva… smily

Va beh, il giorno dopo mi metto davanti alla TV per guardare la partita dell’anno: New England – Indianapolis, giocata la notte prima. La sfida tra i due Quarterbacks più forti della lega, Tom Brady e Peyton Manning. Imperdibile.

La mia adorata moglie esce dalla doccia e viene a sedersi vicino a me… “ah, guardi il football… sai su Radio Deejay hanno appena detto che probabilmente anche quest’anno il Superbowl lo vincerà New England…”

“Amore… praticamente mi hai appena detto chi ha vinto la partita che stavo iniziando a vedere!!!”

“Non so, amore… hanno detto qualcosa su Peyton Manning, che è uscito dai playoffs…”

“…smily…!!!”

Passa una settimana, e comincio a chiedermi se riuscirò a vedere una partita in santa pace. Arrivano i Championship Games… New England a Pittsburgh. Registro la partita Domenica notte e Lunedì sera mi metto davanti alla TV.

Questa non posso perderla, cacchio… accendo il videoregistratore, la partita sta per iniziare. L’immagine inizia a traballare leggermente, poi un po’ di più, fino a quando non si vede più niente. La mia fida videocassetta, compagna di tre Superbowl vissuti insieme, ha tirato le cuoia. smily

Faticando come un matto, incazzato nero, vado avanti a guardare le immagini indecifrabili. Lavorando nervosamente con il telecomando quando i commentatori annunciano un’azione interessante… Pausa, Riavvolgi, Rallentatore, Pausa…

Mia moglie al computer: “Ah, amore… visto che la partita non riesci a vederla ti dico il risultato… hanno vinto i Patr…” smily

Domenica c’è il Superbowl… ho una videocassetta nuova, sprango le porte, stacco i telefoni, mando mia moglie da sua madre, e guai a chi osa mettersi in mezzo. smily

Posted in Sport | 23 Comments »

Makin’ History

December 28th, 2004 by Tony

Dico sempre che di veri Quarterbacks non ne nascono più. Di quelli che piacevano a me, i veri leaders. Joe Montana, Steve Young, John Elway… Dan Marino.

48 touchdown in una stagione, Dan Marino. 1984.

I veri quarterbacks. Perché un vero quarterback, quando segna il suo touchdown numero 48 della stagione, non festeggia. Perché la sua squadra è ancora indietro di 8 punti.

Perché un vero quarterback, su un 4th down dalle sue 24 yards, manda il punter fuori dal campo e se la gioca.

Perché un vero quarterback, quando segna il numero 49, non festeggia. Ma corre a schierare di nuovo l’attacco per la conversione da due punti.

Perché un vero quarterback non segna soltanto molti touchdown.
Un vero quarterback vince le partite.

Congratulations, Peyton.

W030288U.jpg

Posted in Sport | 2 Comments »

Kick the curse!!!

October 30th, 2004 by Tony

vstory.redsox.jpg

Loro ce l’hanno fatta…

Forse un giorno toccherà anche all’Inter. smily

Posted in Sport | 4 Comments »

Dog eating Dog

October 8th, 2004 by Tony

Non me lo dovevi fare, Dr. Z.

Mettere i 49ers all’ultimo posto nei tuoi rankings? No, mi dispiace. Rivendico il possesso della penultima posizione… siamo molto meglio dei Dolphins, noi. E Domenica abbiamo segnato ben 14 punti in più rispetto alla settimana precedente.

Nel frattempo, ho scoperto che i fans di Miami hanno il senso dell’umorismo… chissà, magari quest’altro dominio lo registro io.

Posted in Sport | 1 Comment »

Axis of Losers

September 21st, 2004 by Tony

stemma inter.jpg 49ers logo.jpg

Gianni mi ricorda che la stagione NFL è iniziata. Grazie, me n’ero accorto. Se quest’anno non ho ancora parlato di football, c’è un motivo.

Quest’anno ricorre il decimo anniversario dell’ultimo Superbowl vinto dai 49ers. E anche per questa stagione, la squadra ha deciso di prepararsi degnamente per scrivere l’ennesima pagina nella sua storia recente di mediocrità e delusioni.

Ha deciso di liberarsi di alcuni “scomodi fardelli”, come Jeff Garcia (3 Pro Bowl negli ultimi quattro anni), Terrell Owens (definito universalmente come il migliore Wide Receiver della NFL), Tai Streets e Garrison Hearst… in parole povere, ha completamente smantellato quel che rimaneva del brillante attacco dei tempi che furono. E li ha sostituiti ingaggiando, come al solito, nessuno.

Ormai tutte le altre squadre della NFL possono annoverare nel loro organico almeno una ex-stella dei 49ers. Mentre ancora una volta i fans rosso-oro avranno il sommo piacere di vedere all’opera una squadra raffazzonata all’ultimo momento, rimasta ormai senza nessun vero leader.

Ed è questo che mi porta a trovare similitudini sempre più impressionanti tra le mie due squadre preferite, da una parte all’altra del globo. Questo invisibile asse che lega i destini dei 49ers a quelli dell’Inter.

Mentre i Niners iniziano la stagione con due sconfitte consecutive, il cattivo Terrell Owens segna 4 touchdowns in due partite… più di tutti i Receivers rimasti a San Francisco messi insieme. Allo stesso modo, mentre la difesa sgangherata dell’Inter si fa umiliare pubblicamente da Zauri e Toni, la Juventus sfoggia una difesa che subisce zero gol in tre partite. Grazie anche all’inserimento di Cannavaro, arrivato dall’Inter grazie ad uno scambio “alla pari” con un portiere di riserva. Dico, una volta le mie squadre preferite si limitavano a fare schifo. Adesso addirittura si impegnano per rinforzare i propri avversari.

Mi sa che anche quest’anno non parlerò di football fino al Superbowl.
E speriamo che anche stavolta vinca una squadra simpatica, almeno fare le congratulazioni non mi farà troppo male al fegato.

Posted in Sport | 3 Comments »

The Pats

February 2nd, 2004 by Tony

superbowl633_lower.jpg

L’ho visto tutto!!! Senza addormentarmi… quasi.

Sebbene con il cuore spezzato per la mia dolce metà, che sperava nella vittoria dei Gattoni, devo fare tanto di cappello ai Patriots. Per una volta, la squadra che più aveva meritato durante la stagione, ha vinto il Superbowl.

Non è stato facile, ovviamente… Jake Delhomme e i suoi hanno giocato la partita della loro vita, ed alla fine le prestazioni delle due squadre sono state divise solo da un paio di decisioni arrivate da bordo campo.

Ma rimane un fatto… nello sport, come nella vita, abbiamo bisogno di certezze. E a me la Parity estrema degli ultimi anni ha disturbato, anzichè no. Un tempo quasi mi confortava vedere che anno dopo anno, i 49ers o i Cowboys avrebbero vinto, e che i Rams e i Saints avbrebbero fatto schifo come sempre. E invece quest’anno abbiamo sfiorato il baratro, con i Bengals che hanno addirittura rischiato di giocare i playoffs.

E quindi vedere Adam Vinatieri calciare tra i due pali, e i suoi compagni entrare in campo trionfanti, esattamente come due anni fa, ha in un certo modo rimesso le cose a posto. A volte le cose vanno proprio com’era destino.

Contratulations, Pats.

Posted in Sport | 5 Comments »

Seconds Out!

January 26th, 2004 by Tony

NE.jpg
Ce l’ho fatta.

Domenica scorsa avevo registrato Carolina-Philadelphia su Sky (la partita iniziava alle 8 di sera, le due di notte da noi), e sono riuscito ad arrivare a Venerdì senza sapere il risultato! pleased.gif Questo grazie anche alla mia adorata moglie, che mi ha avvisato in tempo dello spoiler presente sul blog di Gattostanco, che adesso potrò ricominciare a leggere… biggrin.gif

Comunque… un pò di statistiche:

– Per l’ottavo anno consecutivo avremo un Superbowl “inedito” (l’ultimo non inedito fu Dallas-Pittsburgh, nel 1996)

– Per la quinta volta in sei anni una squadra fa il suo esordio al Superbowl: i Carolina Panthers, che raggiungono l’obiettivo nel loro nono anno di vita. Non so dirvi se questo sia un record… i Baltimore Ravens lo vinsero alla loro quinta stagione, ma non erano un vero expansion team.

– I Patriots invece, disputeranno il loro quarto Superbowl. Ne hanno persi due (nel 1986 contro Chicago, e nel 1997 contro Green Bay) e vinto uno (nel 2002 contro St. Louis)

– Per la seconda stagione consecutiva, le due squadre che disputarono il Superbowl l’anno precedente non si sono qualificate per i playoffs.

– Negli ultimi 4 anni abbiamo avuto 4 vincitori diversi. L’ultima squadra a vincere due Superbowl consecutivi sono stati i Denver Broncos nel 1998 e 1999. Da allora, nessuna squadra ha disputato il Superbowl in due stagioni consecutive… i Patriots sono solo il secondo team a disputarlo due volte, da allora.

– I Philadelphia Eagles sono stati sconfitti nella Conference Championship per il terzo anno consecutivo. Una specie di Toto Cutugno della NFL.

A domenica. smile.gif

Posted in Sport | 4 Comments »

E poi dicono dell’Inter…

November 1st, 2003 by Tony

La squadra Americana di baseball che non partecipa alle World Series da più tempo sono i Chicago Cubs, che disputarono la loro ultima finale nel 1948.

Quella che non le vince da più tempo sono invece i Boston Red Sox. Il loro ultimo titolo risale al 1918.

Si consoli, Avv. Moratti… rolleyes.gif

Posted in Sport | 4 Comments »

Calcio e calcioni

September 10th, 2003 by Tony

Domani parte il campionato di Serie B. Sarà un campionato a 24 squadre, o forse 20, non ho capito. Alla fine del campionato ci saranno 5 promozioni dalla B alla A, e tre retrocessioni dalla A alla B. La settima calssificata in Serie B giocherà uno spareggio con la quart’ultima della Serie A, chi vince va in Serie A, chi perde prende 5 milioni di Euro.

Non chiedetemi quante promozioni e retrocessioni ci saranno dalla B alla C1, perchè non ci ho capito niente. D’altra parte quest’anno ci sono state 4 promozioni, 4 retrocessioni, anzi no, nessuna retrocessione, 3 promozioni dalla C1 alla B e una promozione dalla C2 alla B.

E tra la C1 e la C2? Adesso non pretendete troppo, non credo che sia possibile immaginarlo.

Io mi chiedo solo una cosa… quando gli Italiani hanno eletto come Presidente del Consiglio il Presidente di una squadra di calcio, speravano che l’Italia avrebbe finalmente funzionato come il campionato di calcio?

Bene. Risultato raggiunto… rolleyes.gif

Posted in Sport | 1 Comment »

Dolphins suck!

August 19th, 2003 by Tony

rice_080803.jpg

Un sogno atteso diciotto anni. Dalla prima (e ultima) volta che avevo avuto l’occasione di vedere una partita della NFL dal vivo.

Ok, Miami – Tampa Bay era la prima partita della preseason. I titolari hanno giocato solo un paio di serie nel primo quarto… IL titolare, Jay Fiedler dei Dolphins, non ha giocato per niente a causa di un infortunio, lasciando il posto a quel bambascione di Brian Griese.

Non mi è mai piaciuto Griese, da quando giocava a Denver. E’ immobile, non sa giocare sotto pressione, non ha visione del gioco in profondità. E la difesa dei Buccaneers ne ha fatto polpette. Spero per i Dolphins che Fiedler non si faccia più male durante l’anno, altrimenti sarà una stagione molto lunga.

Nella preseason si fanno cose strane. Con la palla del pareggio a 24 secondi dalla fine, i Dolphins tentano (e sbagliano) la conversione da due invece di calciare ed andare in overtime. E perdono la partita.

Poco male… credo che questa partita fosse molto più importante per me che per loro. Chi mi conosce sa quanto io ami questo sport, e vederlo dal vivo è un’emozione impagabile. Gli elmetti che cozzano sulla Line of Scrimmage, i blitz, i lanci in profondità, le palle rubate e recuperate, i touchdowns… tutto vero, tutto davanti ai tuoi occhi.

Il bambino di quattro anni con la maglietta dei Buccaneers, che sul 20-6 si gira verso di me che indosso la maglietta di Fiedler, e mi dice candidamente: “Dolphins suck!” biggrin.gif

E soprattutto, la mia ragazza… l’unica donna al mondo che sia mai stata seduta vicino a me per tre ore a guardare una partita intera, condividendo la mia passione per questo gioco da “selvaggi”. Che comunque è solo una delle cose che condivideremo, nella vita che ci aspetta… love.gif

Posted in Sport | 12 Comments »

« Previous Entries