Categories

Search

Spot the difference

September 25th, 2003 by Tony

422436835.jpg

Avellino, 20 Settembre 2003.
Un gruppo di tifosi napoletani cerca di entrare allo stadio senza biglietto. Seguono scontri con le Forze dell’Ordine, messe in fuga dai facinorosi. Feriti tra i tifosi e tra gli agenti, un ragazzo muore.

Commento dell’opinione pubblica: “i soliti imbecilli che approfittano di un evento pubblico per fare casino e scatenare violenza… bisognerebbe impedire a certe persone di entrare negli stadi…”

Piazza Alimonda 3.jpg

Genova, 20 Luglio 2001.
Un gruppo di manifestanti cerca di entrare nella Zona Gialla senza autorizzazione. Seguono scontri con le Forze dell’Ordine, messe in fuga dai facinorosi. Feriti tra i manifestanti e tra gli agenti, un ragazzo muore.

Commento dell’opinione pubblica: “il diritto a manifestare, e la polizia fascista, e Berlusconi, e Bush, e blah blah blah…”

Posted in World Zap | 8 Comments »

8 Responses

  1. Apathos Says:

    Bè,perlomeno io sono rimasto coerente..
    Tony,il problema non è nell’essere entrati senza biglietto,il casino è arrivato dopo col ritardo dei soccorsi.In linea di principio la reazione violenta contro le forze dell’ordine è comprensibile.

  2. jpm3 Says:

    Una reazione contro le forze dell’Ordine??? Pzyko ma ti senti??? Le forze dell’ordine allo stadio servono per FAR RISPETTARE l’ordine. In inghilterra non ci sono le inferriate e i tifosi sono a bordo campo: il massimo che succede è un invasore nudo o Cantonà che piglia a calci uno. Vedere i poliziotti scappare davanti a dei DELINQUENTI armati di bastoni, pezzi di seggiolino, cinture con fibbie e altro ti da un’idea di quanto LA POLIZIA abbia le MANI LEGATE dalla tua famosa STAMPA IMPARZIALI. In altri paesi, gli sbirri menerebbero alla grande e l’opinione pubblica non dissentirebbe. Però io son fascista, quindi…

  3. Apathos Says:

    JPM,lo sai come funziona in Inghilterra?Il servizio d’ordine è formato professionalmente e gestito dai club.Conosce gli Ultras e interagisce con loro.Tutto cio’ in seguito ai ben peggiori episodi di violenza dei civilissimi Britannici in giro per l’Europa,e alle squalifiche di ANNI dalle competizioni internazionali dei loro club.
    In Italia la situazione è al collasso,la Polizia dichira guerra ai gruppi Ultras con modi a volte poco condivisibili,e loro ci mettono il proprio.Se consideri tutto il quadro,è facile capire perchè si arrivi a rivolte contro la polizia per dei ritardi nei soccorsi.Non è questione di mani legate o di stampa,l’esempio che tu stesso citi ha dimostrato come le manganellate non risolvono il problema.Basterebbe dare retta,per una volta,a chi propone una soluzione (quella britannica)conoscendo il problema,e guarda caso è proprio quello che il Governo sta facendo adesso spacciandolo come una propria idea.Non per niente ho definito la reazione “comprensibile”,non l’ho giustificata.

  4. Tony Says:

    Ah beh, allora se davvero c’e’ qualcuno che giudica “comprensibile” il teppismo da stadio, non mi stupisco piu’ di chi giustifica le azioni di delinquenti come Giuliani. Pzyko, tu commetti sempre l’errore di “dimenticare” l’origine degli eventi, di partire sempre da quello che hanno fatto le Forze dell’Ordine. Il povero tifoso e’ morto proprio perche’ stava camminando sulla tettoia, dopo essere entrato senza biglietto. Se avesse rispettato la legge, sarebbe ancora vivo. Cosi’ come Giuliani.

  5. Apathos Says:

    Sai Tony,il mondo è bello perchè è vario.Se avessi modo di conoscere gente che allo stadio ci va tute le domeniche capiresti quale sia la situazione di tensione che c’è tra ultras e polizia statale.L’episodio singolo puo’ essere condannato,ma se si vuole risolvere il problema della sicurezza bisogna dare spazio a tutte le voci e comprenderne le argomentazioni.
    Se poi si vuole fare semplice retorica repressiva il discorso cambia.

  6. Tony Says:

    Ti diro’, sinceramente quali siano le “argomentazioni” di chi va allo stadio (o alle manifestazioni) per fare violenza organizzata e soprattutto PREMEDITATA, non me ne frega proprio un belino. Sono molto piu’ interessato alla tutela dei cittadini che rispettano le leggi, piuttosto che alla tutela di quelli che delle leggi se ne fregano, che pensano che gli sia tutto dovuto, e che quando non ottengono quello che pretendono, sfasciano tutto. Personalmente conosco molte persone che vanno regolarmente allo stadio (io stesso lo facevo un tempo) e che non ha mai avuto problemi con la Polizia.

  7. jpm3 Says:

    Io la voce di uno che va allo stadio con coltelli, spranghe, bastoni, mazze o cose simili non la voglio nemmeno sentire. E non sono uno o due… le immagini si commentano da sole. I motorini che volano sugli spalti non sono uno o due ‘voci’, le furibonde risse TRA TIFOSI (anche quando i poliziotti non centrano), i treni speciali che lo stato allestisce e che tutto d’un tratto prendono fuoco… Fosse per me le partite potrebbero giocarsi anche a porte chiuse… si vedono meglio in tele che dal secondo o terzo anello.

  8. bomber Says:

    beh per lo meno penso che le due situazioni sono per lo meno assai differenti ….
    ovvero il risultato e lo stesso ma le cause sono ben diverse…

Leave a Comment

Please note: Comment moderation is enabled and may delay your comment. There is no need to resubmit your comment.