Categories

Search

The Perfect Match

May 2nd, 2003 by Tony

Questa riflessione nasce da una frase semiseria che ho detto qualche giorno fa, nel corso di una conversazione seria…

“Non preoccuparti, non corro il rischio di essere idealizzato… io sono VERAMENTE la persona fantastica che gli altri vedono in me!!! ”


Poichè una persona perfetta non può non annoverare tra le sue innumerevoli doti la modestia, mi sono quindi affrettato a correggere il tiro, dicendo:

“A parte gli scherzi, ritengo di possedere molte buone qualità. Ed era ora che trovassi qualcuno che sappia apprezzarle”.

Che già così va meglio… ma non contento, ho cercato di vedere il concetto su scala universale. Ovvero: ogni persona ha delle buone qualità dentro di sè. Tutti noi siamo belli dentro, ognuno a suo modo. La fortuna consiste nel trovare la persona giusta che sia in cerca di quello che abbiamo da dare, e che sia in grado di vederlo e trovarlo in noi.

A quel punto qualcuno ha giustamente interrotto il mio stream of consciousness, ricordandomi che al mondo ci sono anche persone che sono, oggettivamente ed inequivocabilmente, dei pezzi di merda. E che se occasionalmente qualcuno vede qualcosa di buono in loro, è perchè si sbaglia o si illude.

A questo punto il mio pensiero è tornato ad una settimana prima… ma allora, il “valore” delle persone è oggettivo o soggettivo?

Soggettivo, non ci sono dubbi. Non ho mai amato chi fa le “classifiche” delle persone, sebbene proprio una settimana fa avevo colto me stesso nell’atto di fare proprio questo.

Va beh, diciamo che per quanto mi riguarda è ammissibile dire “preferisco questa persona a quell’altra”, ma non “questa persona è migliore di quell’altra”.

Ovvero: questa persona ha dentro di sè le qualità che io cerco, è disposta a manifestarle con me, probabilmente perchè io ho quelle che cerca lei. Quell’altra persona invece non le ha (magari ne ha altre che a me non interessano), oppure non è disposta a mostrarmele perchè io non ho quelle che lei cerca.

Che vuol dire tutto questo discorso? Non lo so bene… forse solo che sminuire, denigrare un’altra persona, mettersi a fare elenchi di difetti e sciorinarglieli nel vano tentativo di spingerla a “migliorarsi”, è come rompere le balle al tuo macellaio perchè non ha un lettore DVD da venderti.

Che invece di cercare di cambiare quello di noi che non piace ad alcuni, è molto più costruttivo invece cercare le persone che ci apprezzano per quello che siamo. E noi per primi cercare le persone che ci piacciono per quello che sono.

Quelle di cui amiamo anche i difetti.

Posted in Io e la Gatta | No Comments »

Leave a Comment

Please note: Comment moderation is enabled and may delay your comment. There is no need to resubmit your comment.