Categories

Search

I pupazzi degli Autogrill

February 12th, 2003 by Tony

Ma quanto vi stanno sui coglioni i pupazzi sonori che si trovano in vendita negli Autogrill?

Ogni Natale uno non può entrare a bersi un caffè senza doversi sciroppare il Babbo Natale di turno che appena ti avvicini comincia a spaccare le palle a furia di “HO HO HO” seguito da stacchetto di Jingle Bells…

…poi tutto l’anno una cuccagna di maialini grufolanti, orsi canterini, vacche muggenti…

…e ora abbiamo toccato il fondo. Oggi, mentre stavo al tavolino cercando di mangiarmi il mio Rustico in santa pace, quel cazzo di Calabrache di merda non è stato zitto un attimo…

Cos’è il Calabrache? Un “simpatico personaggio” (testuali parole, scritto sulla confezione), che dopo aver bofonchiato un paio di frasi inintellegibili, si apre l’impermeabile e si tira giù i pantaloni, mostrando un paio di mutandoni alla Fantozzi… il tutto al ritmo della Quinta di Beethoven nella versione di Saturday Night Fever.

Quando ero ormai allo stremo delle forze e stavo per sopraffare l’orrido pupazzetto, sfasciandolo in mille pezzi per poi buttarlo nel cassonetto degli avanzi della pizza, qualcosa mi ha illuminato…

Ho pensato ai miseri dipendenti dell’autogrill costretti a beccarsi questa tortura per otto ore al giorno tutti i giorni… e mi sono sentito un uomo fortunato…

Posted in World Zap | No Comments »

Leave a Comment

Please note: Comment moderation is enabled and may delay your comment. There is no need to resubmit your comment.