Categories

Search

Donne in carriera

March 7th, 2005 by Tony

Poi dice che le donne vengono discriminate sul posto di lavoro…
Poi dice che le donne non si sentono apprezzate professionalmente…
Poi dice che gli uomini hanno preconcetti sulle donne che lavorano…

A causa di una piccola (quanto inutile) “riorganizzazione” della mia azienda, da oggi mi trovo a dividere l’ufficio con due colleghe donne.
Stendiamo pure un velo pietoso su come una delle due, arrivata in ufficio per prima il giorno del trasloco, si sia appropriata della scrivania migliore; relegando me al posto “in castigo” con le spalle alla porta, in barba alla mia superiorità di grado.
E stendiamo pure un velo pietoso sul fatto che lei abbia posizionato la scrivania a tre metri dal muro, occupando tre quarti dell’ufficio e lasciando me e l’altra collega confinati in due metri di spazio.

E io capisco anche che quando si svolge un lavoro amministrativo di pura routine, la giornata possa essere lunga a passare. Ma cristo.

La giornata inizia con l’ultimo album degli U2 sparato a tutto volume.
Quando faccio notare che la musica mi disturba, lei mi risponde: “ah scusa, pensavo che gli U2 ti piacessero… metto le Tatù, va meglio?”
Prosegue con un chiacchiericcio infinito tra le due, in cui vengono affrontati tutti i temi possibili ed immaginabili… il tempo, le faccende domestiche, il resoconto del weekend, lo shopping, le pubblicità in TV, le suonerie per il cellulare.

Tutti quegli amabili argomenti di conversazione che in cui anche noi colleghi maschi ci dilettiamo durante la pausa caffé… ma per quindici minuti due volte al giorno, cazzo. Non per otto ore consecutive, mentre uno sta cercando di mettere insieme un preventivo da sei milioni di Euro.

Nel frattempo prosegue l’attività principale della mia professionalissima neo-vicina di scrivania: la masterizzazione di CD, con tanto di scansione delle copertine, stampa a colori, taglio e confezione. Il tutto ovviamente utilizzando le attrezzature dell’azienda.

Verso le quattro di pomeriggio la mentecatta, cominciando a percepire il mio scazzo, cerca di mettermi “a mio agio”… come? Coinvolgendomi nella conversazione!!!
“Ehi Antonio, ma ti sei tagliato i capelli?”
“Ssssì. Mi sono tagliato i capelli.” smily
“Eh, ma li hai tagliati molto corti…”
, e via con una disquisizione di quaranta minuti sui miei capelli.
Cazzo, sì che li taglio corti; non ne ho!!! Sono praticamente un calvo, come cazzo si fa a parlare per quaranta minuti di come porto i capelli???

Alle sei la povera pazza annuncia orgogliosa: “Bene. Per oggi basta lavorare!”
Ovviamente ero tentato di chiederle ma quando cazzo avevi cominciato a lavorare?… ma la speranza che finalmente si levasse dai coglioni mi ha convinto a desistere.
Speranza vana, purtroppo.

La regina del fancazzismo molesto tira fuori dalla borsa un libro di grammatica Inglese, sapete quelli che si usano alle scuole medie… ed esplode in un disgraziato: “INGLISC SCUUL!!!” smily

“Antonio, visto che tu parli bene inglese, ho deciso che da oggi ci farai da professore… mi sono pure fatta prestare il libro da mia cugina, che va ancora a scuola.”
Io medito l’omicidio-suicidio. Lei e l’altra collega piazzano il libro sulla MIA scrivania, e cominciano a leggere ad alta voce, noncuranti del fatto che IO stia ancora lavorando.

Al quarto de pen is on de teibol, non ce la faccio più e sbotto…
“Scusate, ma io starei cercando di lavorare, qui!!!” smily
“Ma sono già passate le sei…”
“Appunto, porcaccia puttana!!! Non vi viene in mente che se una persona sana di mente si ferma in ufficio dopo le sei, è perché ha del lavoro da finire???” smily
“Eh, ma che caratteraccio che hai… dai su P., andiamo avanti: mai neim is meri… ai liv in ingland…

Spengo il computer, mi alzo e me ne vado senza salutare. Il mio capo ha detto che i lavori di ampliamento degli uffici dureranno circa sette-otto mesi.

Io ancora due giorni così e faccio una strage.

Posted in Life | 9 Comments »

9 Responses

  1. alee Says:

    ehi, grazie mille per il link!!!! :)

  2. Omix Says:

    La soluzione sta in quel preventivo da sei milioni di euri… o diventano 6 milioni e duecentomila e aggiungi il capitolo “Rimozione coatta e violenta di unità carbonio (prive di fosforo) ostacolanti l’attività di che trattasi” oppure diventano sette milioni di euri e ti compri un cazzo di ufficietto dove puoi lavorare in santa pace, visto l’importanza di quello che fai. E le washfrauen (lavandaie tedesche) possano sdraiarsi di sbieco nell’ufficio, così da fare meglio i “chetsy louro” (inglese alla Lino Banfi).
    Comunque se ti servono consigli su come non lasciare tracce, se devi fare quello che devi fare, chiedi pure…..mi chiamano Siiiessssài !
    Visto che la mia situazione Ufficio non discosta molto dalla tua (anche se io ne ho uno tutto mio, per fortuna, ma compensano gridando dal loro!!), oggi anch’io a pranzo mangio mimose al forno!
    Meno male che ce ne sono diverse altre, di gentili signore, di cui non si potrebbe fare a meno.
    Donne con la D maiuscola, che masterizzano in religioso silenzio.
    Che ti sussurrano all’orecchio (ailoviù!!)e che poi svaniscono nel nulla a lasciarti finalmente vivere in santa pace.
    Purtroppo, non nel mondo occidentale!!
    AUGURI !!!!!

  3. calzino spaiato Says:

    Tony ti sono molto vicina, ma ho riso fino alle lacrime immaginado la scena, scusa ;-)

  4. daffodil Says:

    E magari ti spaccano pure i maroni perchè quando torni dalla pausa puzzi di fumo?

  5. mod975 Says:

    Non è che potrebbe masterizzarmi l’ultimo delle Tatù?

  6. Skylark Says:

    Di questo passo il prossimo preventivo da 6 milioni di euro sarà quello del tuo neurologo.

  7. Ardesia Says:

    che schifo….
    (loro, non tu, eh! :p)

  8. CuloDritto Says:

    Ma LOL. :D

  9. akiro Says:

    ripeti con me: “alle sei, o comunque dopo le 8h di lavoro, se non me la sento di rimaner in ufficio esco, infatti le ore di straordinario si chiamano così in quanto fuori dall’ordinario e di conseguenza sono a discrezione del dipendente”…

    ok è un po’ lungo ma va bene lo stesso ; )

Leave a Comment

Please note: Comment moderation is enabled and may delay your comment. There is no need to resubmit your comment.