Categories

Search

“…melométti Feltri?”

August 31st, 2004 by Tony

A volte mi piacerebbe parlare un po’ di politica, sul blog. Poi leggo certe cose che mi fanno passare la voglia.

Quando nacquero i blogs, il troll di turno se ne andava in giro con il lanternino, alla ricerca disperata di qualcuno che avesse scritto qualcosa anche minimamente non condivisibile. E lì si attaccava come una patella allo scoglio. Noioso, ma se vogliamo gestibile.

Adesso siamo passati alla fase 2… non solo il troll si lamenta di quello che scrivi (ché uno può anche rispondergli “ma chi ti obbliga, a venire a leggere?”), ma addirittura ti rinfaccia quello che NON SCRIVI. Come se la blogosfera fosse un programma di dediche e richieste su una radio privata (quelli che “melométti Meneguzzi? E ‘ddai…”), un cazzo di juke-box dove metti il gettone e il blogger di turno per magia si mette a parlare di quello che pare a te.

Prova a scrivere un post sui bastardi che hanno massacrato Baldoni… ed ecco che arriva l’imbecille fresco di giornata a chiederti perché non ti sei sdegnato per l’articolo di Feltri.

Un post sull’ultima strage di civili ad opera di un kamikaze palestinese? Subito qualcuno pronto a romperti i coglioni perché non hai scritto del raid israeliano dell’altroieri. E viceversa, ovviamente.

Due righe sui manifesti dell’Ulivo con lo slogan “Forza, Italia”, che quando li ho visti stavo per uscire di strada dal ridere? Ma nooo, poi qualcuno verrebbe ad esigere un post di presa per il culo della bandana di Silvio.

E guai a chi ha scritto di Quattrocchi, senza aver dedicato almeno un post alle torture di Abu Ghraib.

E allora va’, lasciamo perdere. Che almeno sul mio blog, io vorrei mantenere la facoltà di parlare del cazzo che mi pare, senza rendere conto al primo cretino che passa e che non trova quello che vorrebbe. E la sola idea di perdere tempo a rispondere ad un imbecille in cerca di attenzioni, mi fa venire la pecolla. A volte mi chiedo davvero chi glie lo fa fare, alla Rolli.

Come quella povera testa di cazzo che arrivò ad insultarmi perché non gli portavo le prove dell’innocenza di Quattrocchi… perché i troll, una volta che ti si attaccano, non te li stacchi più. E allora per conto mio li bannerei a tanto al chilo. Fosse per me, metterei un bel filtro anche sui referrer. Che il prossimo coglione che arriva qui cercando su Google “Quattrocchi mercenario”, lo reindirizzerei su una bella pagina con scritto “ma vaffanculo, pirla”.

C’ho mica il tempo per queste menate, io.

Posted in Il Blog | 8 Comments »

8 Responses

  1. gaspare Says:

    giusto…megli oparlare delle tette di avril lavigne o di alizee….

  2. Rolli Says:

    Ah ecco, li trovi insopportabili anche tu? Mi consolo..

  3. Tony Says:

    Sì, ma io non avrei tutta la pazienza che hai tu. Li manderei in culo al primo post.

  4. ettore Says:

    d’accordo, ma capisci che può essere una posizione non condivisibile la tua: uno ha delle aspettative da un blogger.
    mmmh…

  5. Tony Says:

    Se per “aspettative” intendi pretendere di mettere bocca in quello che un blogger scrive o non scrive, direi proprio che sei fuori strada. Se il tuo desiderio è poter leggere sempre tutto quello che tu scriveresti, il modo più semplice è scriverlo tu stesso. Se ne sei capace, ovviamente.

  6. mauro Says:

    una ottima idea!!!! se la gatta mi apre un bligghino lo foccio io il juke box: il coglione di turno propone l’argomento e io scrivo il blog (quando c’ho un minuto di tempo). Ovviamente articoli senza possibilità di commento o di replica altrimenti non mi diverto.

  7. Tony Says:

    Eh no, la replica ci vuole. I coglioni di turno sono sempre più di uno, devi lasciare la possibilità agli altri di venire a scrivere: “Come mai hai scritto di questa cosa e non di quell’altra? Sei fazioso.”

  8. Tony Says:

    Ma… Ettore, sei il caro vecchio Ferrini? E la Rolli lo sa?

Leave a Comment

Please note: Comment moderation is enabled and may delay your comment. There is no need to resubmit your comment.